Filmografia – 1928

Mal di denti

Titolo originale: LEAVE’EM LAUGHING
Scritto: nel ottobre 1927
Girato: nel ottobre 1927
Rilasciato dalla: MGM gennaio 1928
Durata: 2 rulli, muto
Prodotto da: Hal Roach
Diretto da: Clyde Bruckman
Cast: Stan Laurel, Oliver Hardy, Edgar Kennedy, Charlie Hall, Viola Richard, Dorothy Coburn

Film muto. Stanlio ha mal di denti e Ollio lo accompagna dal dentista. In sala d’attesa Stanlio é terrorizzato dalle urla dei pazienti sotto cura ed assiste anzi alla colluttazione fra uno di questi che vuol scappare ed il medico che lo trascina a viva forza in ambulatorio. Ollio tenta di fargli coraggio, ma quando tocca il suo turno Stanlio si rifiuta di entrare ed Ollio lo porta dentro letteralmente in braccio.
La resistenza e la rigidità di Stanlio sono tali che il dentista, dopo vani tentativi rinuncia e, uscito dalla stanza, affida il caso ad un collega. Ollio intanto é impegnato nell’opera di convinzione fino al punto di sedersi sulla poltrona per mostrare come si deve stare rilassati, ma il nuovo dentista,entrato di soppiatto, lo aggredisce con la maschera del protossido di azoto (detto anche gas esilarante per il suo effetto eccitante al risveglio) e gli strappa un dente. (La stessa gag verrà ripresa tre anni dopo in Pardon Us)
Poiché Ollio riapre inavvertitamente la valvola del gas i due si riaddormentano l’uno in braccio all’altro e al risveglio, ancora intontiti, sono presi da un incontenibile accesso di riso che continua anche dopo che sono saliti in automobile e vanno a sbattere sulle macchine vicine. Ad un incrocio sempre ridendo a crepapelle si imbattono in un poliziotto (Edgar Kennedy) che dirige il traffico e lo fanno ammattire creando un pauroso ingorgo. Alla fine l’agente sale alla guida dell’auto per portarli direttamente in carcere, ma sprofondano in una pozza d’acqua in mezzo alla strada.( Finale ripetuto pari pari l’anno dopo nel parlato Perfect Day)

elefanti che volano

Titolo originale: FLYING ELEPHANTS
Scritto: nel maggio 1927
Girato: nel maggio 1927
Rilasciato dalla: Pathe febbraio 1928
Durata: 2 rulli, muto
Prodotto da: Hal Roach
Diretto da: Frank Butler
Cast: Stan Laurel, Oliver Hardy, James Finlayson, Viola Richard, Dorthy Coburn

Trama

Film muto  ambientato fra i cavernicoli di seimila anni fa. Un proclama inciso su pietra di un re di nome Ferdinando impone a tutti gli uomini tra i 13 e i 95 anni di sposarsi entro 24 ore. Su di un carro trainato da un bufalo viaggia, con la piacente figlia Viola (Viola Richard) il mago Saxophonus (James Finlayson) afflitto dal mal di denti. Una didascalia avverte che il dente aveva radici così profonde che il mago ne risentiva quando si sedeva. Arriva dalle paludi il gigante Ollio che tenta di avvicinare varie donne ricevendo ogni volta una clavata sul capo dai rispettivi mariti e fidanzati. E’ appunto sua la battuta che dà il titolo al film: “bella giornata, gli elefanti volano verso sud”, con cui tenta di attaccare discorso con una signorina.
Arriva Stanlio, giovanetto biondo e ricciuto che sa poco dell’amore perché la mamma non gli ancora detto niente, ma che, attratto dalle grazie di Viola, ne chiede la mano al padre. Questi vuol sapere come manterrebbe la moglie e Stan si dichiara provetto pescatore, specialista nella caccia alle sardine con l’arco. Messo alla prova fallisce nella pesca sia con l’arco che con il giavellotto, ma incontra invece un grande successo ponendo delle zanzare, prese a volo, sul pelo dell’acqua e colpendo con la clava i pesci che affiorano per mangiarle. Ma anche Oliver, che si è guadagnato il favore del mago Saxophonus strappandogli il dente malato, aspira alla mano di Viola e lo scontro fra i due pretendenti si conclude a favore di Stanlio con la collaborazione di un caprone che fa precipitare Ollio da un dirupo.

il tocco finale

Titolo originale: THE FINISHING TOUCH
Scritto: nel novembre-dicembre 1927
Girato: nel novembre-dicembre 1927
Rilasciato dalla: MGM  febbraio 1928
Durata: 2 rulli, muto
Prodotto da: Hal Roach
Diretto da: Clyde Bruckman

Trama

Film muto – Stanlio e Ollio, carpentieri che si sono assunti l’incarico di finire entro mezzogiorno una casa per conto di un cliente (Sam Lufkin), arrivano sul posto con un grosso camion le cui ruote bloccano con una pietra poiché il terreno è in pendenza. Il lavoro non procede bene per la goffaggine dei due e per la vicinanza di un ospedale che obbliga al silenzio, per ottenere il quale una infermiera (Dorothy Coburn) chiede l’intervento di un poliziotto (Edgar Kennedy).L’agente viene coinvolto nei molteplici incidenti, nei quali ha sempre la peggio, provocati dai due carpentieri che, finito il lavoro, riscuotono la cifra pattuita dal proprietario della casa , dotata di una stabilità precaria. Poiché infatti basta che un uccellino si posi sul camino per farlo crollare, il cliente pretende la restituzione di quanto pagato. Ne segue una baruffa con lancio di oggetti vari che coinvolge ancora una volta il poliziotto, l’infermiera e alcune strutture della casa. Al culmine della mischia i due carpentieri, a corto di materiale da lancio, rimuovono la pietra che ferma il camion e questo si muove e va ad abbattere quello che restava dell’abitazione.

pranzo di gala

Titolo originale: FROM SOUP TO NUTS
Scritto: nel dicembre 1927
Girato: nel dicembre 1927 – gennaio 1928
Rilasciato dalla: MGM
Durata: 2 rulli, muto
Prodotto da: Hal Roach
Diretto da: Edgar Kennedy
Cast: Stan Laurel, Oliver Hardy, Anita Garvin, Tiny Sandford, Edna Marion, Ellinor Vanderveer

Trama

Alla casa di ricchi signori dove si tiene una cena di gala arrivano i camerieri Laurel e Hardy, che una agenzia ha inviato come i migliori possibili anche che se con la sola esperienza di tavole calde. In cucina Oliver vuole che Stan si levi la bombetta e questi allora per motivo di par condicio pretende che anche il cuoco si levi il berretto. La contesa si conclude con uno scambio in crescendo di piatti rotti in testa. Il servizio in tavola dei due camerieri è in pratica un seguito di gags che vede la zuppa versata sul capo del padrone di casa (Tiny Sandford) anche schiaffeggiato da una vicina per un contatto di piede di cui è invece responsabile il cane e Oliver che incespica e cade per tre volte con la faccia su altrettante torte. In particolare da notare la lunga caccia alla sfuggente ciliegia del gelato da parte della padrona di casa (Anita Garvin), che ripete analoga impresa di Laurel in The Second Hundred Year (1927). Segue il pezzo da antologia di Stan che, invitato a servire l’insalata “senza niente” cioè senza condimento e dopo aver appreso che anche la cameriera (Edna Marion)di solito la serve senza niente, si presenta in mutande dispensando a mano foglie di lattuga ai commensali.

musica classica

Titolo originale: YOU’RE DARN TOOTIN’
Scritto: nel gennaio 1927
Girato: nel gennaio 1928
Rilasciato dalla: MGM
Durata: 2 rulli, muto
Prodotto da: Hal Roach
Diretto da: Edgar Kennedy
Cast: Stan Laurel, Oliver Hardy, Otto Lederer, Agnes Steele, Christian Frank, Chet Brandenberg.

Trama

Film muto. Componenti di una banda musicale Stanlio e Ollio sono suonatori di clarino e di corno rispettivamente che, confondendo gli spartiti e suonando fuori tempo, sono causa di disordine tanto da essere licenziati e cacciati dalla pensione dove alloggiano. Per necessità si dedicano a suonare per la strada tendendo con poco successo il cappello, ma sono allontanati da un poliziotto. Dopo ripetute cadute dell’uno e dell’altro in botole aperte per lavori nella strada i due trovano il modo di litigare. Ollio spacca il clarino di Stanlio e questi lancia in mezzo alla strada il corno di Ollio, puntualmente appiattito da un rullo compressore in transito. La lite continua, coinvolgendo numerosi passanti e l’immancabile poliziotto, passando dai calci e pugni allo strappo dei vestiti, motivo questo che sarà ripreso l’anno seguente in “Berth Marks”, uno dei primi parlati.

una bella serata

Titolo originale: THEIR PURPLE MOMENT
Scritto: nel febbraio 1927
Girato: nel febbraio 1928
Rilasciato dalla: MGM maggio 1928
Durata: 2 rulli, muto
Prodotto da: Hal Roach
Diretto da: James Parrott
Cast: Stan Laurel, Oliver Hardy, Anita Garvin, Kay Deslys, Tiny Sandford, Fay Holderness.

Trama

Il signor Pincher (Stan) nasconde parte del denaro che guadagna per non darlo a sua moglie che, però, scopre il nascondiglio e sostituisce i soldi nascosti con pezzi di carta senza valore. Questi prende il portafoglio che aveva nascosto per andarsi a divertire con Oliver, altro uomo che fa il furbo sulla parte di denaro da dare a sua moglie. I due entrano in un locale con due ragazze e ordinano tanto cibo. Poi Pincher si accorge dello scambio effettuato da sua moglie: ha però paura di dirlo ad Oliver. In seguito entra nel locale un tassista a cui i due avevano promesso il pagamento di una corsa con le due ragazze. Oliver gli offre del cibo. Così Stan, disperato, mostra ad Oliver il contenuto del portafoglio. Tentano varie volte di scappare, ma ogni tentativo fallisce. Dopodiché entrano nel locale le loro consorti informate da una vecchietta del fatto che Pincher e Oliver erano con due donne. Infine il direttore, andato dai malcapitati per riscuotere il conto, scopre la loro situazione e si infuria. Così Pincher e Oliver scappano, ma vengono visti dalle mogli. Così i due scappano in cucina dove vengono raggiunti dalle mogli. Oliver si giustifica davanti ad esse dicendo di essere stato trascinato lì da Pincher, il quale vuole sbattergli una torta in faccia, ma prende la moglie di Oliver, il quale per vendicarsi sbatte la torta in faccia alla moglie di Pincher. La rissa a base di cibo in faccia coinvolge anche il cuoco, un cameriere, il direttore, Pincher e Oliver.

fonte: Wikipedia

gli uomini sposati dovrebbero andare a casa?

Titolo originale: SHOULD MARRIED MEN GO HOME?
Scritto: nel marzo 1928
Girato: nel marzo 1928
Rilasciato dalla: MGM settembre 1928
Durata: 2 rulli, muto
Prodotto da: Hal Roach
Diretto da: James Parrott
Cast: Stan Laurel, Oliver Hardy, Edgar Kennedy, Kay Deslys, Edna Marion, Viola Richard, John Aasen.

Trama

Stan va a casa di Oliver per dirgli di andare a giocare a golf. Questo, però, gli dice che vuole stare con la moglie. Stan, seccato, si piazza in casa facendo arrabbiare Oliver e sua moglie che volevano stare soli. Dopo che Stan e Oliver, annoiati, combinano tanti danni, la sig.ra Hardy li manda per forza a giocare. Incontrano due ragazze a cui offrono delle bevande ma non hanno il denaro sufficiente. Oliver allora dice a Stan di non prendere niente. Dopo tanti sbagli di Stan, che continua ad ordinare per lui, finalmente capisce. Ma il denaro non basta neanche per tre e Stan deve impegnare l’orologio. Arrivati al campo con le ragazze, non riescono a tirare una palla perché inesperti. Poi un uomo, dopo che Stan gli ha detto che non può tirare una palla dopo averla spostata dal luogo dove si trova, cerca di colpire una palla che si trova nel fango schizzandolo addosso ad una donna che, nel tentativo di colpirlo con altro fango, sporca invece un’altra donna. Nasce così una battaglia nel fango che coinvolgerà molti giocatori, Stan e Oliver compresi.

fonte: Wikipedia

le ore piccole

Titolo originale: EARLY TO BED
Scritto: nel maggio 1927
Girato: nel maggio 1928
Rilasciato dalla: MGM  ottobre 1928
Durata: 2 rulli, muto
Prodotto da: Hal Roach
Diretto da: Emmett J. Flynn
Cast: Stan Laurel, Oliver Hardy

Trama

Film muto con Hardy e Laurel unici interpreti, non contando il cane. Il primo, che ha ereditato una colossale fortuna, assume il secondo come maggiordomo nelle nuova sontuosa dimora. Stan prepara una torta con le candeline per il compleanno del padrone, che però rientra alle tre del mattino alticcio ed in vena di scherzi di cui il maggiordomo è bersaglio. Stan subisce in silenzio e alla fine piangendo va a letto, trovandovi il cane con i suoi ossi. Il mattino seguente Ollio entra nella camera di Stanlio per mostrargli il nuovo vestito, ma poiché il maggiordomo dorme ancora gli versa sul letto una caraffa d’acqua. Stan offeso decide di licenziarsi, ma Oliver vuole trattenerlo negandogli lo stipendio che gli deve. Stan allora per farsi licenziare dal padrone comincia a spaccare mobili e vasi preziosi mentre Oliver, per impedirglielo, sfascia il resto. Non manca la classica caduta di Laurel col la faccia sulla torta e la caduta dei due rappacificati nella vasca monumentale.

marinai a terra

Titolo originale: TWO TARS
Scritto: nel giugno-luglio 1928
Girato: nel giugno-luglio 1928
Rilasciato dalla: MGM novembre 1928
Durata: 2 rulli, muto
Prodotto da: Hal Roach
Diretto da: James Parrott
Cast: Stan Laurel, Oliver Hardy, Thelma Hill, Ruby Blaine, Edgar Kennedy, Charlie Hall, Edgar Dearing, Thomas Benton Roberts.

Trama

Film muto. La flotta arriva in porto e i marinai scendono a terra. Stanlio e Ollio, imbarcati sulla corazzata Oregon, prendono in affitto un’auto e, girando per la città si fermano davanti a Thelma (Thelma Hill) e Ruby (Ruby Blaine) due signorine alle prese con un distributore automatico di cheving gumm che si é inceppato. I due, scesi dalla macchina, intervengono per aiutarle e finiscono per spargere tutte le gomme per terra suscitando la reazione del proprietario (Charlie Hall) che ha il sopravvento, ma che viene sistemato dalle due dame.
Fatta amicizia, i quattro salgono in macchina per una scampagnata, ma, imbattutisi in una colonna di macchine ferme per un ingorgo di traffico, vengono tamponati. Per razione innestano la marcia indietro e sfondano il radiatore dell’investitore dando così origine, com’é una costante dei loro films dell’epoca del muto, ad una reazione a catena che coinvolge in una vera e propria battaglia guidatori e macchine. Arriva un poliziotto motociclista che li arresta, ma finisce col rimetterci la moto, schiacciata da un camion, e cadere in profonda disperazione. Anche questa del poliziotto ridicolizzato e disperato é una costante. Alla fine, infilatisi in un tunnel della ferrovia, ne escono schiacciati dal treno con la macchina che cammina ancora, ma ridotta ad una sogliola. A qualcosa del genere si assisterà qualche anno dopo nei “parlati” County Hospital e Busy Bodies.

paura al cimitero

Titolo originale: HABEAS CORPUS
Scritto: nel luglio 1928
Girato: nel luglio 1928
Rilasciato dalla: MGM dicembre 1928
Durata: 2 rulli, muto
Prodotto da: Hal Roach
Diretto da: James Parrott
Cast: Stan Laurel, Oliver Hardy, Richard Carle, Charley Rogers.

Trama

Film muto, dalla comicità piuttosto ingenua, che trae scherzosamente il titolo, letteralmente “abbi il (tuo) corpo”, dalla locuzione latina che in ambito giuridico indica le garanzie della libertà personale del cittadino. Stanlio ed Ollio sono incaricati dallo scienziato pazzo prof. Padilla di procurargli una salma da riesumare in cimitero. I due sono però seguiti e sorvegliati dal maggiordomo del professore, che è però un poliziotto.
Gran parte del film è presa dalla lunga gag della scalata del muro di cinta del cimitero, superato il quale Stanlio, assistito ed incoraggiato da Ollio, si dedica tremante di paura allo scavo della fossa in cui finisce per precipitare il poliziotto avvolto in un lenzuolo e scambiato a più riprese per un fantasma. Alla fine Stanlio si carica sulle spalle un sacco che non contiene, come crede, un cadavere ma l’onnipresente poliziotto che a più riprese manifestandosi suscita terrore.

noi sbagliamo

Titolo originale: WE FAW DOWN o We Slip up
Scritto: nel agosto-settembre 1928
Girato: nel agosto-settembre 1928
Rilasciato dalla: MGM dicembre 1928
Durata: 2 rulli, muto
Prodotto da: Hal Roach
Diretto da: Leo McCarey
Cast: Stan Laurel, Oliver Hardy, Bess Flowers, Vivien Oakland, Kay Deslys, Vera White

Trama

Stan e Oliver sono telefonicamente invitati dagli amici per un poker, ma per superare l’ostacolo delle mogli fingono di essere invitati dal loro capo ad uno spettacolo al teatro Orfeo. Appena usciti si imbattono in due signorine, una delle quali é la ragazza del pugile conosciuto come “Primo round Kelly”, uno cioé che si sbarazza degli avversari alla prima ripresa. Nel tentativo di recuperare il cappellino di una delle due, finito sotto ad una macchina, i due sono completamente bagnati da un mezzo della pulizia stradale e le ragazze si sentono in dovere di portarli a casa loro perché si ripuliscano.
Si verifica intanto un incendio al teatro Orfeo e le mogli, che lo apprendono dall’edizione straordinaria di un giornale, preoccupate escono di casa. I mariti intanto con le vestaglie di “Primo round Kelly” ridono e scherzano con le ragazze in attesa che i vestiti si asciughino, ma il pugile rientrato non gradisce lo spettacolo ed i due si salvano con la fuga rivestendosi per la strada proprio in vista delle mogli che stanno recandosi al teatro in fiamme.
Rientrati in casa i due credono di farla franca raccontando e mimando i vari numeri dello spettacolo di varietà che era rappresentato al teatro Orfeo davanti alle mogli sempre più minacciose, ma Stan trova il giornale che annuncia l’incendio del teatro mentre si presenta la ragazza del pugile per riportare il gilet che Oliver aveva dimenticato. Ai nostri, presi a fucilate dalle consorti, non resta che la fuga.