Nel Paese delle Meraviglie

SINOSSI

Stanlio e Ollio lavorano in una fabbrica di giocattoli per bambini e gli viene ordinato dal direttore della fabbrica di costruire dei soldati in legno per divertire i bambini.

Titolo originale: BABES IN TOYLAND
Scritto: da Hal Roach nel dicembre 1933 e completato nel luglio 1934
Girato: a febbraio, ripreso ad agosto e terminato nell’ottobre del 1934
Rilasciato dalla: MGM
Durata: 79 minuti, sonoro
Prodotto da: Hal Roach
Diretto da: Charles Rogers e Gus Meins

Stan Laurel: Stannie Dum (Stanlio)
Oliver Hardy: Ollie Dee (Ollio)
Charlotte Henry: Bo-Peep
Felix Knight: Tom-Tom Piper
Henry Brandon (o Kleinbach): Silas Barnaba
Florence Roberts: signora Peep
Virginia Karns: Mamma Oca
Marie Wilson: Mary
Alice Moore: Regina di Cuori
Kewpie Morgan: Re Cole
William Burress: padrone della fabbrica di giocattoli
Ferdinand Munier: Babbo Natale
Robert Hoover: Bobby Shaftoe
Billy Bletcher: capo della polizia
Russell Coles: Tom Tucker
Frank Austin: notaio
Angelo Rossitto: Elmer il porcellino / creatura di Bobilandia
Zebedy Colt: Willie il porcellino
Payne B. Johnson: jiggs il porcellino
Jean Darling: Riccioli d’oro
Ernie Alexander: cittadino
Richard Alexander: guardia del Re

Inoltre, hanno partecipato i seguenti attori:
Georgie Billings, Scotty Becket, Eddie Baker, Florine Baile, Charles Bimbo, Eddie Borden, Carl R. Botefuhr, Buster Brodie, Anne Brown, Tommy Bupp, Bobby Burns, Ricardo Lord Cezon, Russell Coles, Zebedy Colt, Alice Cooke, Baldwin Cooke, Ellen Corby, Jean Darling, Johnny Downs, Edward Earle, Marianne Edwards, Peter D. Gardner Sr., John George, Sumner Getchell, Pete Gordon, Charles Hagar, Bobbie Hale, Charlie Hall, Jack Hill, Fred Holmes, Robert Hoover Cullen Johnson, Payne B. Johnson, Dickie Jones, Ham Kinsey, Alice Lake, Joy Lane, Gus Leonard, Jack ‘Tiny’ Lipson, Arthur Lovejoy, Sam Lufkin, Scotty Mattraw, Alice Moore, Kewpie Morgan, Dorothy Mueller, Charles Dorety, Ferdinand Munier, Maurice Murphy, Margaret Nearing, Bob O’Connor, Richard Powell, Jack Raymond, Gene Reynolds, Charley Rogers, Angelo Rossitto, Tiny Sandford, Margaret Seddon, Chuck Stubbs, Jacqueline Taylor, Jerry Tucker, Allen Waddell, Terry Walker, May Wallace, John Wood, Duke York, Charley Young

Stan Laurel
Oliver Hardy
Frank Austin
Billy Bletcher
Charlotte Henry
Felix Knight
Henry Brandon
Florence Roberts
Marie Wilson
Alice Moore
Kewpie Morgan
William Burress
Ferdinand Munier
Angelo Rossitto
Richard Alexander

Stanlio e Ollio, due amici operai in una fabbrica di giocattoli nel paese fiabesco di Balocchia, alloggiano nella grande casa a forma di scarpa della signora Peep, un’anziana contadina vedova. La donna non ha più un soldo, perché ha donato tutto al marchese Barnaba, uomo avaro e cattivo, che minaccia di sfratto lei ed i suoi figli se la signora Peep non pagherà l’ipoteca che grava sulla casa. L’uomo potrebbe tornare sui suoi passi e rinunciare al pagamento solo se la bella Bo-Peep, figlia primogenita della vedova, lo sposerà, abbandonando di conseguenza il suo neo-fidanzato, il famoso musicista e cantante Tom-Tom Piper, figlio del pifferaio magico.
Ollio, venuto a conoscenza delle minacce di Barnaba, vorrebbe dare alla signora Peep tutti i suoi risparmi, ma Stanlio li ha già usati per comprarsi delle freccette. I due, comunque, promettono alla signora Peep di pagare, chiedendo un anticipo a Geppetto, il loro burbero datore di lavoro. Ma i due, quel giorno, arrivano al lavoro in ritardo, provocando una sfuriata del falegname; sempre lo stesso giorno, lo fanno nuovamente infuriare e ciò costa loro il licenziamento.
Tornati dunque a casa senza denaro, Stanlio ed Ollio progettano un piano per rubare il documento ipotecario a Barnaba: nascosto Ollio dentro una grande scatola di legno, questa viene recapitata da Stanlio alla villa di Barnaba facendola passare come un regalo di Natale, in modo che Ollio, al momento più opportuno, potesse sottrarre a Barnaba il documento nella notte. Ma Barnaba si accorge del tranello ed i due amici vengono denunciati al re Cole, sovrano di Balocchia. Il monarca condanna i due a ripetute immersioni in uno stagno con il conseguente esilio in Bobilandia, un paese popolato da lugubri creature nascoste nelle caverne, dove chi ci va non torna mai, al confine con Balocchia. Bo-Peep prega Barnaba di far smettere la tortura nello stagno, accettando malvolentieri la sua proposta di matrimonio, con la clausola di distruggere anche l’atto che documenta l’ipoteca. Stanlio ed Ollio vengono così graziati, ma, per cancellare l’ipoteca e non far sposare Bo-Peep, escogitano un altro piano.
Alle nozze, la sposa si presenta velata di bianco per nascondere il volto. Finita la cerimonia, Barnaba consegna l’ormai nullo documento ad Ollio, che lo distrugge una volta per tutte. Solo allora, Ollio, per far baciare la sposa, alza il velo: la sposa si rivela essere Stanlio travestito. Finalmente il documento è distrutto legalmente e sua madre può vivere tranquilla nella propria casa, acconsentendo alle nozze della figlia con Tom-Tom.
Ma Barnaba, deciso a vendicarsi, rapisce Elmer, uno dei Tre Porcellini, senza farsi vedere dagli altri due e lo rinchiude nella sua cantina, mentre il suo valletto Tremotino nasconde alcune salsicce in casa di Tom-Tom, in modo che il ragazzo venga accusato di aver rapito ed ucciso il porcellino. Durante il processo, Stanlio ed Ollio, assaggiando alcune delle salsicce, si rendono conto che è carne di cavallo e non di maiale; così, sospettando di un possibile zampino di Barnaba, vanno a casa sua e ritrovano Elmer sano e salvo, che viene portato subito al cospetto del re come prova. Nel frattempo Tom-Tom è già stato esiliato in Bobilandia. Dimostrata la colpevolezza del perfido Barnaba, la popolazione e le guardie si gettano al suo inseguimento, ma lui, riparatosi in casa sua, riesce a fuggire dal retro, trovando riparo nel pozzo del suo giardino che, attraverso una condotta sotterranea, lo conduce in Bobilandia. La popolazione occupa la villa di Barnaba ed il re Cole offre una ricompensa di 50 000 denari per la sua cattura.
A Bobilandia giunge anche Bo-Peep e finalmente ritrova Tom-Tom. Felici ma stanchi, i due innamorati cadono addormentati. Li scopre così Barnaba che non si lascia sfuggire l’occasione per cercare di prendersi la ragazza. Destatasi dal sonno, Bo-Peep, al vederlo, urla dal terrore, svegliando Tom-Tom. Il giovane ingaggia una lotta con Barnaba, finendo per stenderlo a terra. La coppia scappa, inseguita da Barnaba, che allora diventa il capo delle creature di Bobilandia, per uccidere i due giovani. Cercando una via di fuga che li riporti a casa, Bo-Peep e Tom-Tom si imbattono in Stanlio ed Ollio che hanno scoperto la via segreta che porta al pozzo e, quindi, alla libertà, riuscendo ad evadere vivi da Bobilandia.
Però Barnaba non demorde e dichiara guerra a Balocchia: le sue zannute creature invadono il paese, gettando nel panico i suoi abitanti ed invadendo soprattutto la casa di Bo-Peep, per rapire lei ed uccidere sua madre ed i suoi fratellini. Ma saranno Stanlio ed Ollio ad avere l’idea per fermarli: dopo essersi rifugiati nel magazzino della fabbrica dove lavoravano, i due bombarderanno di freccette le losche creature, avvalendosi inoltre dell’aiuto di Topolino, che scaglierà dei petardi a bordo di un piccolo dirigibile; rendendosi conto di fare solo dei danni superficiali, prima Stanlio proporrà ad Ollio di caricare le freccette dentro un cannone, poi gli proporrà di azionare i 100 soldatoni di legno da loro stessi prodotti, spacciandoli per una vera e propria armata. I soldati di legno riescono a sedare le lugubri creature, cacciandole al di fuori dei cancelli di Balocchia, che cadono dentro un lago pieno di coccodrilli, i quali le sbranano e le uccidono, compreso Barnaba. Il colpo di grazia consisterà nel bombardare col cannone le ultime superstiti ai confini di Balocchia, ma disgraziatamente il cannone si ribalta in direzione di Ollio, che rimane con la schiena cosparsa di freccette.

FONTE: Da Wikipedia, l'enciclopedia libera. https://it.wikipedia.org/wiki/Nel_paese_delle_meraviglie

il Tempo e la Storia

Il 30 novembre 1934, viene proiettato in anteprima a Los Angeles “Babes in Toyland”, conosciuto negli Stati Uniti anche con il titolo alternativo “March of the Wooden Soldiers”. In Italia avrà il titolo di “Nel paese delle meraviglie”. Il film uscirà in tutti gli Stati Uniti il successivo 14 dicembre.